Home Page



Guida degli uccelli d'Europa, Nord Africa e vicino Oriente
La traduzione italiana della Collins Bird Guide
Svensson, Mullarney, Zetterström - Ricca Editore

La "Guida degli uccelli d'Europa, Nord Africa e vicino Oriente", traduzione italiana della Collins Bird Guide, è sicuramente la migliore guida all'identificazione degli uccelli esistente sul panorama europeo. L'originale ha venduto più 700.000 copie ed è stata tradotta in almeno 14 lingue. A lungo attesa, finalmente, grazie a Ricca Editore, l'edizione italiana è divenuta finalmente realtà per la gioia di tutti i non anglofoni e non solo. Mi piace sottolineare questa frase presente nella prefazione di Fulvio Mamone Capria, presidente di LIPU-birdlife Italia: «E c'era bisogno di questo piccolo grande gioiello dell'ornitologia, con le splendide illustrazioni di Killian Mullarney e Dan Zetterström e i prestigiosi ed originali testi di Lars Svensson tradotti, per aumentare la speranza che continui a crescere, anche in Italia, il rispetto e la protezione nei confronti degli uccelli. Per salvare la loro e la nostra vita.».
Se siete insomma amanti degli uccelli, birdwatchers o fotografi naturalisti, curiosi della natura che ci circonda o anche se semplicemente amate leggere e guardare un bellissimo libro illustrato, questa guida non può mancare nella vostra libreria.

Attualmente l'unica versione disponibile è quella in brossura, formato 13.5 x 19.3 cm, spessa 3 cm; molto pratica e ottima anche per essere portata dietro come guida sul campo. Personalmente non amo molto i libri in brossura perchè odio dover rovinare il dorso per aprire le pagine centrali, e quindi avrei gradito una versione rilegata nello stesso formato.
guidauccellieuropa_pic1 (31K)
Copertina. Formato (brossura) 13.5x19.3 cm
guidauccellieuropa_pic2 (24K)

guidauccellieuropa_pic3 (25K)
Le tavole
Sarà disponibile all'incirca ad Ottobre il formato atlante, 31,6 x 22.2 cm: sicuramente apprezzare le magnifiche tavole ad una grandezza superiore dev'essere veramente un'occasione da non perdere. Se non siete interessati ad una guida da portare sul campo magari potrebbe valere la pena aspettare e prendere solo la versione più grande. In ogni caso, come ho avuto modo di scrivere anche per la recensione dell'edizione inglese, al di là della grandezza esterna e della sua impaginazione, un libro si acquista per il suo contenuto e, sotto questo profilo, il volume eccelle sotto ogni aspetto.
La seconda e la terza di copertina presentano una ottima tavola che illustra la topografia di un passeriforme, sottolineando le zone importanti del piumaggio e delle ali, con la terminologia che viene poi usata nel resto del libro; un ottimo glossario illustrato per i neofiti.
Dopo l'indice dei contenuti e la prefazione alla seconda edizione, una breve introduzione di 6 pagine descrive la tassonomia, i simboli, la terminologia e tutto quello che viene trattato nel cuore del libro; una parte è dedicata all'uso delle tavole, alla muta del piumaggio, e all'identificazione degli uccelli, con delle utili tavole che mostrano come la luce può influire sull'aspetto dei soggetti in base a come essi si presentano all'osservatore (per esempio controluce o con luce a favore, con sfondi chiari o scuri ecc.), falsando la taglia e i colori.
Le successive 412 pagine illustrano e descrivono 713 specie che vivono nell'area del paleartico occidentale, inclusi anche passeriformi del nord America, 59 specie visitatori accidentali e 32 specie introdotte dall'uomo e che ora vivono liberamente allo stato selvaggio. Le schede sono a doppia pagina: in quella di sinistra sono presenti le descrizioni, mentre in quella di destra le tavole relative; insieme alla descrizione sono presenti le mappe di distribuzione (una pecca della prima edizione inglese: nella seconda sono state aggiornate e quindi dovrebbero essere accurate). La tassonomia è aggiornata alla lista CISO-COI (Fracasso et al., 2009) per le specie nella check-list italiana, o alla Lista Ornitica del Paleartico occidentale (Festari & Castelli, EBN Italia vers. 1.1 01/2011) o Massa et al., 2000.
I disegni mostrano tutte le caratteristiche salienti della specie, i diversi piumaggi tra giovani, adulti, maschi e femmine, le variazioni stagionali, i soggetti posati, in volo, in gruppo nel tipico habitat, controluce ecc; è presente anche del testo collegato tramite linee alle zone fondamentali per il riconoscimento. Le descrizioni sono brevi ed essenziali ma precise: indicano dimensioni, habitat, distribuzione, comportamento, identificazione e versi e richiami.
Ogni famiglia (rapaci, gabbiani, limicoli, ecc.) è poi introdotta da alcune pagine specifiche che descrivono gli aspetti importanti per l'identificazione, con tavole di confronto e consigli specifici.
Il libro si chiude con l'indice dei nomi comuni in italiano e scientifici in latino; quest'ultimo purtroppo elenca in ordine alfabetico genere e specie, quindi se non ricordate il nome del genere la ricerca diventa un po' più complicata.
Come dicevo anni fa nella recensione della guida in inglese, ho cominciato senza saper distinguere un passero e, grazie alle illustrazioni della guida, che non smetterò mai di apprezzare ogni volta che la sfoglio, sono riuscito a entrare dentro questo fantastico mondo degli uccelli e quindi, naturalmente, non posso che consigliare senza alcuna riserva l'acquisto di questo libro.

Il volume può essere acquistato direttamente dal sito internet della casa editrice www.riccaeditore.it; io l'ho ricevuto tranquillamente a casa dopo pochi giorni. Sullo stesso sito è possibile sfogliare virtualmente qualche pagina e poter apprezzare l'interno vedendo altre immagini oltre quelle che ho inserito nella recensione.
Qui è presente la mia recensione dell'edizione inglese con altre immagini delle tavole.

Il verdetto:
9.3 TESTI +++++
IMMAGINI +++++
DETTAGLI ++++
Brossura. 13.5 x 19.3 cm. Prima ed. italiana, 2012 basata sulla seconda ed. inglese, 2009.

                



Salvatore Saitta, 20 Aprile 2013